Dieci consigli utili per scegliere le piante più adatte al proprio giardino prima della primavera

Dieci consigli utili per scegliere le piante più adatte al proprio giardino prima della primavera

L’arrivo della bella stagione invoglia molti di noi a trascorrere diverse ore al giorno all’aria aperta: c’è chi sfrutta il parco vicino a casa e chi sceglie di rilassarsi nel suo giardino di proprietà.

Per gli amanti del giardinaggio o per chi, in generale, desidera avere a disposizione un giardino curato ed ordinato esistono tante soluzioni per abbellirlo e renderlo accogliente: in primis, sicuramente, la scelta delle piante che entreranno a far parte della nostra “oasi di verde”.

Prima però di procedere a qualsiasi acquisto, è necessario tenere ben presente la grandezza del nostro giardino, le condizioni climatiche del luogo in cui viviamo, il tipo di terreno e l’esposizione al sole, ma non solo!

E’ opportuno valutare bene il giusto connubio di piante di aspetto differente: sempreverdi, a fioritura annuale, se possono stare per tante ore sotto il sole o se è meglio metterle all’ombra e via dicendo.

Se il giardino che decidiamo di abbellire è di piccole dimensione, l’esposizione al sole è prevalente, è possibile scegliere alcune piante, fra cui:

  • Echinacea: si tratta di una specie che fa parte della famiglia delle margherite. Sopporta bene il caldo ed il sole e fiorisce da aprile a settembre, con fiori coloratissimi e profumati. Non ha bisogno di cure particolari o di essere annaffiata con regolarità.
  • Viburno: pianta sempreverde che si adatta molto bene ad ambienti molto assolati e anche a climi più rigidi. E’ una pianta ideale per chi desidera sviluppare una siepe rigogliosa e che non necessita di cure assidue. Produce fiori bianchi, sia in inverno che in primavera, dal profumo intenso.
  • Veigelia florida: pianta proveniente dalla Cina, ha una chioma molto folta e fiori coloratissimi. Gode gli spazi aperti e decora tantissimo l’ambiente in cui verrà inserita. Molto adatta alla creazione di siepi alte e rigogliose.
  • Petunia: ci sono diverse specie di questa pianta molto comune e molto apprezzata da chi si diletta, nel tempo libero e non solo, alla cura del proprio giardino. Facili da curare, le petunie sopportano bene l’esposizione al sole e le temperature calde. Le foglie hanno una profumazione dolce che le caratterizza. La petunia genera cespugli di grandi dimensioni, molto ramificati e i fiori hanno colorazioni differenti a seconda del modello: bianco, rosa, viola e blu.

Per arredare ed abbellire il proprio giardino, esistono anche le piante aromatiche che sono sia ornamentali sia, potremmo dire, “funzionali” in quanto con alcune tipologie è possibile preparare condimenti per i nostri piatti, dal sapore deciso e dal profumo intenso. Vediamo quali possono essere le più adatte, per ricreare un angolo aromatico nel vostro spazio verde:

  • Salvia: ne esistono oltre 950 specie e tutte necessitano di un terreno ben drenato, poca acqua e poche cure. Stanno al sole anche per tanto tempo e le foglie, dal profumo deciso, vengono spesso usate in cucina per condire i piatti più elaborati.
  • Rosmarino: pianta molto diffusa in tutto il mondo, appartiene alla famiglia delle Labiate, gode di zone molto soleggiate e non richiede cure particolari. Del rosmarino si utilizzano i fiori e le foglie ed ha proprietà benefiche per la nostra salute.
  • Timo: pianta di piccole dimensioni, sempreverde che solitamente viene messa a dimora a terra o in vaso creando vari cespugli. In altezza, il timo non supera i 25-30 cm, ha foglie rotonde e rametti sottili. Proprio le foglie e i fiori del timo sono molto aromatici e ideali da utilizzare in cucina, specialmente per i piatti a base di pesce, in quanto insaporiscono in modo raffinato e gustoso.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *