Garden in the Box

L'aiuola delle fate
RICHIEDI UN PREVENTIVO
Piante
Artemisia ludoviciana
Betula alba
Crataegus laevigata Crimson Cloud (biancospino)
Daphne odora
Digitalis purpurea
Erica cinerea ‘Purple Bell’
Hypericum perforatum
Malva
Mentha
Stipa Tenuissima

A cura di Zarpellon Maurizio

L’aiuola delle Fate

Per questa aiuola “magica” sono sufficienti sei metri per quattro. Pensate ad un angolo un po’ dimenticato del giardino ed ecco trovato lo spazio. Le creature fatate vi ringrazieranno, lì avranno tutto ciò che serve per erigervi la loro casa, e questo vi porterà tanta fortuna e benessere. L’ideale è ricavare all’interno dello spazio indicato una forma che vi accolga nei vostri momenti di relax. Un quadrato ma ancor meglio un cerchio sarà la giusta geometria che disegnerete sul terreno. Mi raccomando terreno fertile, irrigabile ed esposto al sole, anche se queste piante possono adattarsi a situazioni meno soleggiate. La pianta regina dell’aiuola è la betulla, amata dalle fate per il suo potere di allontanare gli spiriti maligni e proteggere dagli eventi infausti. Le fate adorano il colore bianco della corteccia, simbolo di purezza e forza vitale. Altra pianta che non deve mancare è il biancospino, che però scegliamo nella varietà a fiori cremisi. Una profumatissima Daphne crescerà nel medesimo lato del biancospino, a baluardo delle malelingue. Qualche bel cespo di iperico perforato, di Artemisia e malva faranno da rimedi tuttofare per alleviare ogni genere di piccola patologia, per voi e per le fate che d’ora in poi vi accompagneranno. La pianta che però servirà da vera calamita per le fate è la Stipa tenuissima, detta appunto erba delle fate o capelli di fata. Si farà accarezzare ogni volta che vi passerete accanto, morbida e flessuosa al vento, non deve mancare.

Schede di approfondimento delle specie in progetto

Artemisia

Mentha

Hypericum

Malva

Daphne

Crataegus levigata

Digitalis

Betulla

Stipa